Felice Malgaroli

nato il 17-6 oggi 17 dicembre compio mezzo anno, meglio sprecare subito questa gioventu che farne niente del tutto

Sei in: Home Page  L'ARTE CIBO PER LA MENTE 
L'ARTE CIBO PER LA MENTE

giugno 2014

"Nati ieri"
L'uomo di azione è sempre un principiante...

Questa storia di resistenza e deportazione coglie idee dalla memoria ma è volutamente romanzo per non annoiare il lettore / l’esistenza dell’avvenuto nazismo è ormai verità sancita / ed inutili sono i soldi pubblici spesi per pubblicarne libri che ormai non compra più nessuno / Questo mio “Nati ieri” confido abbia miglior sorte / in parte trae ispirazione dal romanzo “Sparizione” del Collega GERRISTEN che si propose il dovere di rivelare sulle donne che dal sud America vengono ‘tratte’ schiave verso gli stati uniti ../ ma ogni riferimento e nomi e persone vissute /prima o poi/ in altri periodi storici è puramente casuale//…

Leggi il racconto...



IBIS REDIBIS NO MORREIS IN BELLO

Aprile-maggio ; Mostra Sociale della Promotrice, a Torino, giardini Valentino.

Stimolante cibo per la mente il percorso libero offerto dai Soci; ciascuno con scuola e stile proprio racconta una pagina del lungo cammino dell'Arte. Dai graffiti a....segue

 

 

  

27 gennaio ,giorno della Memoria .

 "Olocausto" ovvero giorno della memoria assai scritta e riscritta in centinaia di libri, ricordata con pellegrinaggi ai "lager" soprattutto Aushwitz elevato a simbolo delle migliaia di lager. Ed a chi scrive, ex deportato rimane nulla da aggiungere ... i treni col portello chiusa a lucchetto dalla SS lo abbiamo visto al cine ed in TV...forse l'unica cosa da far notare è che la visita al lager lascia un che di incompleto, una emozione da lettera di sdegno che serve a nulla...ed allora suggerisco di guardare l'insieme, quei muri, quei reticolati, quei reperti, occhiali e protesi e poi sentire un brivido anche toccando il filo spinato anche se la corrente non c'è più...ed in quell'istante, o studenti fatevi un esame di maturità..immaginate quell'insieme come una grande cornice dove la tela non c'è più...trama ed ordito come milioni di fli che furono i deportati di tutti i lager..lo stucco per coprire quella tela che fu il latte dato a quei nati tutti uguali..e poi i colori,, non di una bandiera, di un eroe, di un deportato, ma una serie di macchie informali che rappresentano tutta una società , ; dall'operaio al laureato, dal dottore all'infermiere , dall'insegnate all'allievo di prima elementare, dal marinaio all'alpino; donne uomini e bambini andati in cenere e fumo su per il camino. Una umanità la cui discendenza non è tra noi..ed allora se comprenderete questo introducete quello sdegno dentro di voi e fatelo diventare "dignità da cittadini" uguali nel rispetto reciproco, perchè in questo mondo di individualismo ed egoismo tutti vogliono avere una strada, ciascuno vuole emergere, ma nel mondo non ci sono strade, ci sono solo i sentieri che sapremo percorrere insieme.  Ed insieme ricordiamo  Primo Levi che con la sua opera "I sommersi e i salvati" ha proposto una lezione di dignità sempre da rivisitare..

 Ricordiamo Dario Segre vice presidente Nazionale e anima pura dell'ANED  di Torino: che se n'è andatro ieri nell'altra parte del mondo dove tutto gli è svelato, ma se non c'è l'altra parte del mondo rimarrà di lui il ricordo e l'incolmabile vuoto che ci ha lasciato,  Le nostre più vive condoglianze a Bruna: Sua Compagna, Moglie  e Amica.

vedi servizio fotografico al menù sezione ALBUM  notizie  + album foto

 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

17 gennaio 2010 , in Torino Italia

AL TEATRO STABILE, via G.Verdi 11

Flags di Jane Martin. servizio fotografico su ALBUM + album foto

     con: Ludovica Modugno

              Beppe Rosso

              Aram Kian

              Alarico Salaroli e con ;

Elio    d'Alessandro,     .Celeste Gugliandolo 

Francesco Puleo ,      Francesco Mina

 

regia di "Beppe Rosso"

 

scene Paolo Baroni

luci Cristian Zucaro

musiche Mirko Lodedo

costumi Monica Di Pasqua

aiuto regia Irene Zagrebelsky

movimenti scenici Ornella Balestra

tecnico di compagnia Marco Ferrero

aiuto scenografo Marta Massano

assistente Elena De Pascale

 

ACTI Teatri Indipendenti/Fondazione del Teatro Stabile di Torino

con il contributo di Regione Piemonte

con il sostegno del Sistema Teatro Torino

un a.

Il °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

so 

.ATTILIO LAURICELLA

 maestro d'Arte pittorica informale,

 

L’afflusso di visitatori, ed i commenti bisbigliati con stile e competenza rivelano  un pubblico artistico… Rilevante la presentazione del Museo da parte del Prof. Don Ezio Fonio, nonchè i di Lui arguti commenti sull'arte moderna...Presenti il Dott. Igino Viviani del “Centro Diffusione Arte”…la dott,ssa Chiara Pontecorvo per la “GALLERIA D’ARTE PONTECORVO” di Levanto…il dott, Djermak del Piemonte Artistico e Culturale...il nostro Prof. Louis Berardi Henrisch, (come sempre in incognito)...al quale rivolgo in studio una domanda  critica:

 “Dunque: cosa propone professore ai nostri lettori?”

 “Di primo acchito un grande punto di merito all’Artista, per una espressione emotiva spontanea decisamente superiore alla sua stessa consapevolezza, ma…”

“Mah.. che cosa?”

“ Il treno per Bologna signore! , non posso perderlo..le invierò uno scritto in settimana, ”.

 °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°à 

 /            Dall’A alla Zeta sono briciole di allegria, eventualmente da sciogliere in un bicchiere, diversi bicchieri,per chi ride mai. Bevete tranquilli rifiutate la detta dei medici che il vino faccia male, giacché vi sono in giro molti più vecchi ubriaconi che vecchi medici. (vai ad ALBUM ,ecc)

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° 

 

4 dicembre 2009

   Sergio Albano 

vedi servizio fotografico su "Album (Arte e notizie) +album foto"

La pittura di Sergio Albano rivela una metafisica dell’atto dove la figura è molto più astratta di quanto sembri, posto che l’arte è creazione, ecco che nel figurativo dell’Artista la linea e il colore non sono solo oggetti ed immagini fatti di linee e colori,

ma scrittura psicologica dove la rigidità geometrica si scioglie e diventa pensiero.      Guardare le opere di Sergio Albano è “fare ricchezza per la mente”  giacché  l’occhio non si ferma alla geometria delle immagini ma suggerisce come per magia una scena teatrale parlante. Feli Malgaroli , 3 dicembre 2009

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° 

 

24 ottobre - 8 novembre

Arte in luce, un EVENTO e non una mera “MOSTRA D’ARTE”

 E mai come ora, dopo tanto tempo, si sentiva la palpitate necessità di portare una voce nell’assordante silenzio creativo della nostra epoca. L”Arte è creatività solo quando è moderna e non è mai stata moderna solo nella mera  produzione di forme e di colori. La forma e il colore ci parlano della forma e del colore e basta, ma è la  “luce” che guizza dall’insieme quella che ci trasmette un messaggio, o meglio produce cibo per la mente.

Questa stupenda idea di Associazione Studio Arte 20  di riferirsi alla luce, la primaria fonte di tutte le energie, per rivolgersi al pubblico, racchiude già in se il suggerimento allo studio di tutte le tematiche critiche della nostra epoca, ovvero l’esigenza di creare più bello e più nuovo il rapporto produzione ed uso d’ogni cosa…e non dimentichiamo che c’era più energia scientifica nel tradurre in Arte l’Ala di Leonardo, di quanta ce ne volle poi per farla volare…non dimentichiamo che ci fu più applicazione di energia artistica agli artigiani apprendisti dell’Arca di Noè di quanta n’ebbero di scolastica i costruttori del Titanic… ed in questo tempo in cui tutto va di fretta, il pubblico s’è dimenticato del dovere d’essere artistico, Ed ecco che “Studio Arte 20”.. al VILLAGGIO OLIMPICO.. in via Giordano Bruno 181,... SEGUE ...e nel contempo vai al menu su : ALBUM (Arte e Notizie) 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ieri 3 ottobre, alla Libreria Luxembourg, ASSEMBLEA TEATRO ha presentato un progetto.."appetitoso", forse un piatto che risolverà alcuni problemi di carenza nutritiva in una società scivolata nel dadaismo...L'ARTE CIBO PER LA MENTE, . Staremo a vedere!!  

? vuoi sapere come? chiama Sandra al o11 3042808.

Il Regista è LUI  RENZO SICCO e il gustoso staff che vedi subito in questo sito: clicca Album e passa ad Album foto. Buona visione. 

 °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°à

Gabriella Siciliano  (Gallarate Milano Italy)

Affettuosamente Gabry per numerosi Amici e appassionati d’Arte è, forse inconsapevolmente, anche un’Artista moderna più di quanto essa stessa crei sulle sue tele. Il levarsi al mattino con voglia di creare cose vivaci e colorate, forti nelle loro struttura materica, e che esprimono una volontà di “essere” parte immersa nel mondo, fanno di  Gabriella Siciliano, un Artista che non ama solo la pittura in quanto tale, ma ne è immersa col desiderio di offrirla a confronto e discuterne, cosa diversa di chi si limita a cercare pubblicità. Fonda il gruppo “arte per passione” nell’ambito di face book, ed ecco un’idea futurista attesa da tempo in questo momento di crisi, anche artistica, dove molti figurativi sono passati all’astratto in modo spontaneo, col cuore alcuni, altri forse senza chiedersi il perché.    In pratica, invece, l’astrattismo affrontava già queste tematiche in Europa nei primi decenni del !900 e interrotte col ventennio in Italia, in Germania e in Russia per voleri conservatori, e che solo poi, coll’avvento e fine della seconda guerra mondiale, riprenderà timidamente in Europa (dove il conservatorismo è saggezza e malattia grave ad un tempo)  trovando invece grande spazio in America, dove molti artisti s’erano rifugiati. Lettura:..”rappresentante più notevole della pittura d’azione è Jackson Pollock (1912 - -1956). Col suo grido astratto, con la forza dei suoi spruzzi, con l’aggressione diretta del colore sgocciolato sulla tela<…. ..> Pollock riesce a esprimere la tensione di un enorme gesto fisico, che si trasforma in un emblema di un gesto psichico.  /  Lungi dal voler entrare nella critica d’alto livello, ho voluto prendere a prestito questo concetto per spolverare un poco i sostenitori del …”è bello perché mi piace”… oppure la frase striminzita …Michelangelo era meglio  …, come fosse che l’opera d’arte suprema siano la violette dipinte che piacciono a tutti…come fosse che il grande artista contemporaneo avesse ancora, come  nel Rinascimento, i problemi dell’uomo post medievale… E quando sento persone che se la danno da saputi e di fronte al modernismo sbottono con ..”L’arte è morta!!. Rimango perplesso…Chiedo venia!  Mi fermo ed apro il dialogo, come con molto garbo ha offerto spazio e comprensione la Gabriella Siciliano,…grazie per aver visitato questo blog, F.M.

 

 

,

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

TURATTI GABRIELLA PITTRICE, da Poggio a Caiano Italy, dipendemte della European University Istitute, è una " PERSONA" nel senso più schietto della parola; Artista informale di numerose sfaccettature e di mille interessi culturali, ama vivere in maniera semplice e lineare. Il suo motto, "la calma è l'arma dei forti", non è solo parole, ma una forte interiorità che le consente di creare una visione artistica morale ed ascetica che arricchisce dentro. L'Artista ci introduce in uno stato di quiete dove ogni possibilita di indifferenza o sofferenza, viene privata alla base, lasciando solo la visione di una sua personale, gioiosa creatività, quasi un invito ad immergersi nel vivere al di sopra del solo esistere. Vedere le Opere di TURATTI GABRIELLA un dono da non perdere   "felimalga"

Versione: 1.0 sito | 2.6 lib - Area Riservata